I ricordi

Un ricordo non può sparire,

perdersi nel nulla,

come se nulla fosse accaduto.

Un ricordo resta nascosto

negli angoli bui

della nostra testa,

e si rivela quando qualcosa

fa scattare in noi

una certa emozione.

Mi basta guardare

i fiori sbocciare in primavera

per rivedere la me bambina

che corre e cade sul vialetto

e si sbuccia le ginocchia.

Ora il cielo azzurro

si ricopre di nuvole scure

e presto inizia a piovere:

mi ricordo un prato

ed un bacio dato in silenzio.

Una farfalla volteggia in aria

con le sue ali vive di colori,

ed io ci vedo l’estate,

i miei amici di una vita

ed il parchetto di sempre.

Un ricordo non sempre fa felici.

un ricordo a volte può ferire,

perché ci ricorda anche

di coloro che ora non ci sono più.

Non serve morire

per sparire dalla vita di qualcuno:

basta andarsene.

Basta buttare tutto al vento

e dimenticarsi i momenti,

le esperienze vissute assieme

per un pizzico di stupido ego.

Basta voltare le spalle,

anche a chi amavamo di più.

La semplicità con cui

le persone se ne vanno

mi ha sempre colpita:

da un giorno di carezze

ad uno di cattiverie,

come se durante la notte

il mondo di fosse rovesciato.

Io, però, non cammino

a testa in giù.

Eppure le persone spariscono

come rugiada sulle foglie,

che presto sai si asciuga

e non ne resta che un ricordo.

La crudeltà non si dimentica.

Come la fatica, la delusione.

la tristezza e la paura,

che per sempre vivono

dentro di noi,

un po’ per insegnarci

ad apprezzare il presente,

un po’ per ricordarci

di ciò che abbiamo superato,

sconfitto ed accantonato.

Ogni ricordo nasce quasi per caso:

nessuno vive un’esperienza

sapendo che rimarrà impressa in sè

più di altri momenti.

Allora spesso ci pensiamo

e ci diciamo che forse

avremmo dovuto godercela di più.

Ma la vita non prevede

un bottone di rewind,

è solo uno schermo

che dobbiamo guardare,

qualsiasi cosa accada.

Spesso non vorremmo,

spesso tutto diventa

bianco e nero,

mentre prima splendeva

di splendidi colori accesi.

Noi uomini però,

non possiamo fare nulla

se non vivere,

o forse sopravvivere,

mentre i ricordi fluttuano

nella nostra mente

e ci sconvolgono le giornate,

perché riflettiamo sul passato

dimenticandoci di vivere

il nostro presente.

Ora mi accascio sul divano

del salotto vuoto

ed ancora immerso

nella notte scura,

mentre il ricordo di un volto,

di una mano tesa in aiuto

mi rimbalza nella testa.

Io però mi ripeto che ormai

tutto è cambiato,

e nulla può tornare

ciò che era in passato.

E forse è meglio così.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...